“Per Terra e per Mare”. Mostra sugli Etruschi di frontiera a Pontecagnano

PONTECAGNANO, 26 GIUGNO – Con la partecipazione del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, sarà inaugurata venerdì 30 giugno al Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano (SA) la mostra “Per terra e per mare. Gli Etruschi di frontiera tra mobilità e integrazione“, curata da Carmine Pellegrino e Luigina Tomay.

Vincenzo De Luca

La mostra è organizzata dalla Direzione Regionale Musei Campania, guidata da Marta Ragozzino, e realizzata con il supporto della Regione Campania attraverso la Scabec, la società in house della Regione nata per la valorizzazione del patrimonio culturale. L’evento è inoltre reso possibile grazie alla collaborazione dell’Università degli Studi di Salerno e al patrocinio del Comune di Pontecagnano Faiano.

La mostra esplora la storia di Pontecagnano, il più meridionale insediamento etrusco in Italia, dal IX al III secolo a.C., approfondendo i temi della mobilità di uomini e donne, della circolazione di oggetti, della specificità delle produzioni artigianali e della condivisione di modelli comportamentali e ideologici. Racconta come la grande storia delle civiltà del Mediterraneo antico si intreccia con le piccole storie delle comunità della Campania e dell’Italia Meridionale.

Uno degli aspetti più significativi emersi da sessant’anni di scavi e studi su Pontecagnano riguarda la sua natura di comunità aperta ai contatti e agli scambi con i diversi popoli del Mediterraneo, capace di attrarre e integrare gruppi differenti per cultura e provenienza. Tutto ciò è reso possibile sia dalla grande disponibilità di terre coltivabili, che dai facili approdi delle coste.

La mostra non sarà solamente una testimonianza statica del passato, ma offrirà anche un’esperienza immersiva grazie all’uso di tecnologie digitali in uno spazio appositamente allestito, sviluppato nell’ambito del progetto ArCCa_DiA – Digitalizzazione e Automazione.

Ilaria Menale

L’inaugurazione vedrà la partecipazione di diverse personalità istituzionali e accademiche. Dopo l’introduzione di Ilaria Menale, Direttore del Museo, interverranno Marta Ragozzino, Pantaleone Annunziata, Giuseppe Lanzara, Raffaella Bonaudo, Teresa Cinquantaquattro, Vincenzo Loia, Luca Cerchiai, Angela Pontrandolfo, e i curatori della mostra, Luigina Tomay e Carmine Pellegrino. Le conclusioni saranno affidate al presidente De Luca.

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate