Pontecagnano, scoperta rara tomba affrescata del IV secolo a.C.

PONTECAGNANO, 25 GIUGNO – In una zona di recente sviluppo urbanistico a Pontecagnano, nel Salernitano, è stata fatta una scoperta di grande valore: gli archeologi hanno portato alla luce una camera sepolcrale affrescata. La tomba, identificata come T. 10043, si distingue, infatti, dalle oltre diecimila tombe della necropoli di Pontecagnano, che vanno dall’età del Ferro fino al periodo imperiale romano, per essere una delle pochissime dipinte. Ad oggi, solo quattro tombe del genere sono note, una delle quali è stata scoperta nello stesso settore ed è ora esposta al Museo Archeologico Nazionale “Gli Etruschi di frontiera” di Pontecagnano, dove vengono raccolti i reperti provenienti dal sito etrusco-campano nei pressi della città.

La Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, che ha annunciato la scoperta di Pontecagnano, la considera di “notevole importanza”. La struttura della tomba è costruita in blocchi di travertino con un tetto a doppio spiovente. L’ingresso alla camera funeraria è caratterizzato da una ripida scalinata scavata nel travertino. La parete posteriore è adornata con un’illustrazione raffigurante il ritorno di un guerriero, armoniosamente incastonata tra vari elementi decorativi.

Festoni e melagrane adornano, invece, le pareti laterali della tomba. Sorprendentemente, anche la porta d’ingresso è dipinta. Il defunto interrato all’interno non era accompagnato da alcun oggetto funerario, ma indossava una preziosa coroncina in lamina d’oro, di cui rimangono ancora alcuni frammenti. La datazione della tomba, per ora, si basa unicamente su confronti iconografici, che collocano il defunto tra le élite italiche alla fine del IV secolo a.C.

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate