Vulci, il Castello dell’Abbadia rivelato in tutto il suo splendore

VULCI, 9 GIUGNO – L’arte si mescola alla tecnologia nella emozionante iniziativa del Ministero della Cultura. Dopo i filmati spettacolari di Cerveteri, Veio e Ostia Antica, i droni del ministero hanno rivolto le loro lenti verso l’incantevole Castello dell’Abbadia di Vulci. Incuneato nella pittoresca Vallata del Fiora, il Castello ospita il Museo Archeologico di Vulci. L’attenzione dei droni è stata catturata dal suggestivo Ponte del Diavolo, un’antica struttura che collega le due sponde del fiume sin dai tempi degli Etruschi.

Gennaro Sangiuliano

Il filmato, appena rilanciato da un tweet del ministero della cultura guidato da Gennaro Sangiuliano, fa parte di un progetto del governo di offrire una visione unica e innovativa di siti archeologici, ville e complessi monumentali. Grazie alla nuova generazione di droni – piccoli, leggeri e agili – si può infatti godere di queste meraviglie del patrimonio italiano da un punto di vista del tutto originale.

La serie ha mostrato una varietà di siti affascinanti, inclusi i nidi delle cicogne sui comignoli del Castello di Racconigi, il volo dei fenicotteri del Delta del Po sull’area archeologica di Spina, e i voli tra le meraviglie di Sepino, Alba Fucens e Aquileia. L’intero progetto è stato curato da Nils Astrologo, un giovane video artist che ha trascorso l’estate girando l’Italia con i suoi droni, documentando le meraviglie del nostro patrimonio culturale nel rispetto delle normative sulla tutela del patrimonio stesso, così come delle regole sulla protezione ambientale e dei visitatori.

La vista dall’alto ha sempre svolto un ruolo fondamentale nella documentazione del territorio italiano e del suo patrimonio culturale, contribuendo in modo significativo alle nuove ricerche archeologiche.

“L’evoluzione tecnologica permette oggi di volare con maggiore semplicità sul patrimonio culturale, lo sguardo dall’alto è sempre stato fondamentale per la ricerca archeologica e la tutela del territorio”, ha affermato il Direttore Generale Musei, Massimo Osanna.

Nils Astrologo, il regista dietro questi video sorprendenti, ha espresso il suo entusiasmo per il progetto: “È stato un viaggio emozionante. Non conoscevo molti di questi luoghi e non immaginavo la potenza che queste immagini sono in grado di trasmettere. Mi auguro che, anche grazie al mio lavoro, queste perle del patrimonio culturale italiano vengano apprezzate da un pubblico sempre più vasto”.

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate