Vulci: online il primo volume di “Chroniques Vulciennes” a un anno dal seminario

ROMA, 29 LUGLIO – E’ appena uscito online il primo volume di “Chroniques Vulciennes” a cura di Alessandro Conti, Christian Mazet e Laura Maria Michetti a poco più di un anno dal seminario sulla storia degli scavi di Vulci co-organizzato dal Dipartimento di Scienze dell’Antichità – Sapienza, università di Roma e dall’École française de Rome con il patrocinio di Istituto Nazionale di Studi Etruschi ed Italici.

A breve arrivera’ anche il volume cartaceo e, tra poco, anche la seconda puntata. Il volume e’ pubblicato nei Melanges de l’École Française de Rome (MEFRA)

Ecco l’indice dei contenuti:

Alessandro Conti, Christian Mazet e Laura M. Michetti
Introduction

Francesco Buranelli
Premessa
Anna Maria Moretti Sgubini
Lavorare per Vulci Un’esperienza lunga decenni
Christian Mazet
Scavi di Canino : les premières campagnes des fouilles Bonaparte dans le Catalogo generale des archives Faina de Pérouse (1828-1833)
Stefano Bruni
Alessandro François, i fratelli Candelori e la scoperta dell’anfora di Exechias donata a Gregorio XVI
Mariachiara Franceschini e Paul P. Pasieka
“Recently imported from Italy”
Disiecta membra dagli scavi della famiglia Campanari e dalle relative aste sul mercato antiquario londinese
Filippo Delpino
Antichità disputate
Ricerche archeologiche in Italia nell’ultimo quarto del XIX secolo tra iniziative straniere e politiche tutorie della Direzione generale per le AA.BB.AA.: il caso di Vulci
Barbara Arbeid
Luigi Adriano Milani e la sala vulcente del Museo topografico dell’Etruria
Trattative, aleatori successi e occasioni perdute
Claudia Noferi
Materiali vulcenti nel Museo Archeologico Nazionale di Firenze : alcune riflessioni
Alessandro Mandolesi
«I leoni, le tigri e le sfingi…»
Raniero Mengarelli a Musignano
Benjamin Houal et Vincent Jolivet
La nécropole de Cavalupo à Vulci : état des lieux

Varia
Michel Humm
La terre, les dettes et la citoyenneté à Rome, de l’époque archaïque à la fin du IVe siècle av. J.-C.
Stefano Pintor
Il lacus Curtius e le strenne del Campidoglio. Simbologia di un monumento e cerimonialità di inizio anno
Pauline Cuzel
Studiosa cohors. Remarques sur la présence d’hommes de lettres, de philosophes et de savants dans les entourages provinciaux de la République à la fin du Haut-Empire

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate