Musei: riapre a Roma Villa Poniatowski, custodisce le permanenti di Villa Giulia

ROMA, 29 MAGGIO – Riapre venerdì 31 maggio, ogni fine settimana, Villa Poniatowski, storica residenza nobiliare e vero e proprio gioiello architettonico di Roma. La villa, sede delle collezioni permanenti del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, custodisce reperti provenienti dal Latium vetus e dall’Umbria.

Questo luogo straordinario, ancora poco conosciuto tra le ville storiche e i luoghi della cultura romana, è entrato a far parte dei beni dello Stato italiano grazie a una procedura di acquisizione avviata nel 1972.

La villa ha attraversato secoli di storia, passando dalla famiglia Cesi ai Sinibaldi, che ne furono proprietari per tutto il XVIII secolo, fino a diventare proprietà del principe Stanislao Poniatowski, nipote dell’ultimo re di Polonia, nel 1800. Il principe, giunto in Italia nel 1781, incaricò l’architetto Giuseppe Valadier di ristrutturare la villa. Le decorazioni delle sale, recuperate grazie a un lungo lavoro di restauro, risalgono alla fine del Cinquecento, con rifacimenti del Settecento e dell’inizio dell’Ottocento, riflettendo le principali fasi decorative legate ai Cesi, ai Sinibaldi e a Poniatowski.

Tra le sale più affascinanti, spiccano la Sala Indiana e la Sala Egizia con affreschi insoliti in bilico tra realtà e illusione, che evocano mondi lontani e terre di esploratori. Queste decorazioni testimoniano una cultura europea che, nell’Ottocento, volgeva lo sguardo verso l’Oriente.

Le Collezioni
Dal 2001, Villa Poniatowski è parte integrante del percorso espositivo del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, ospitando le ‘antichità preromane’ provenienti dai centri del Latium vetus, come Gabii, Segni, Lanuvio, Satricum, Palestrina, e dall’Umbria, come Todi e Terni. Di particolare interesse sono le tombe principesche Barberini e Bernardini di Palestrina, con sontuosi corredi funebri di oggetti in oro e avorio, vasi e coppe in bronzo finemente decorati, risalenti al periodo Orientalizzante (VII sec. a.C.), caratterizzato da intensi scambi tra il Mediterraneo occidentale e il Vicino Oriente.

In occasione della riapertura, venerdì alle ore 17:00, si terrà una visita guidata alle collezioni di Villa Poniatowski con la curatrice, la dott.ssa Antonietta Simonelli. La visita è compresa nel biglietto di ingresso, con prenotazione obbligatoria all’indirizzo email mn-etru.comunicazione@cultura.gov.it.

 

 

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate