Reperti archeologici restituiti all’Italia; Sangiuliano partecipa alla cerimonia

NEW YORK, 11 OTTOBRE – Nuovi reperti archeologici illegalmente trafugati dall’Italia – tra questi anche alcuni da siti etruschi – sono stati restituiti nel corso di una cerimonia al Consolato Generale di New York a cui hanno partecipato il Ministro della cultura Gennaro Sangiuliano e il nuovo comandante del nucleo speciale dei Carabinieri per la tutela del patrimonio culturale, Gen. Francesco Gargano.

“La collaborazione tra Italia e Stati Uniti e’ esemplare e spesso la porto a modello quando parlo con colleghi stranieri”, ha detto il ministro. I pezzi restituiti – testimonianze di produzioni artistiche e artigianali di epoca etrusca, apula, romana e della Magna Grecia – coprono un arco dal sesto secolo avanti Cristo all’epoca tardo antica per un valore complessivo di 18 milioni di dollari.

“Quello che gli Usa stanno facendo e’ molto importante. Ci hanno donato la democrazia e ci continuano a dare testimonianze di amicizia restituendo opere che rappresentano la nostra identita”. Sangiuliano ha aggiunto che, da quando lui e’ ministro, oltre 400 opere sono state restituite all’Italia: “Ho chiesto ai musei che le prendono in custodia di apporre sempre una targhetta di ringraziamento alle autorita’ degli Usa”, ha ricordato.

Hanno partecipato alla cerimonia presso la sede del Consolato
Generale d’Italia su Park Avenue, il console generale Fabrizio Di Michele, il District Attorney di New York Alvin Bragg e l’agente speciale della Homeland Security, Ivan Arvelo.

I pezzi sono stati sequestrati nel corso di varie inchieste su nomi celebri nel mondo del traffico illegale di antichita’ tra cui Giovanni Franco Becchina, Eugene Alexander, Raffaele Monticelli, Jerome Eisenberg e Edoardo Almagià. “L’Italia e’ stata l’epicentro di saccheggi archeologici organizzati per decenni, ma noi continuiamo a disfare il danno provocato grazie al nostro incredibile team di investigatori, analisti e magistrati”, ha detto il DA Bragg ringraziando il governo italiano per “la straordinaria cooperazione”. Bragg ha ricordato che nel corso del suo mandato la procura ha restituito all’Italia 275 oggetti rubati. (@EtruscanTimes)

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate