Settimana dei Musei: la sfida sul patrimonio culturale da Roma a Venezia

ROMA, 10 MAGGIO – Come i musei italiani preservano il patrimonio culturale per le generazioni future. Oggi la MuseumWeek ha invitato a riflettere sul patrimonio culturale e le sue forme di narrazione e valorizzazione: come raccontare un popolo, le sue tradizioni e i suoi valori immateriali attraverso le opere che sono arrivate fino a noi, ma anche con l’ausilio della rievocazione storica, in grado di innovare il racconto museale con saperi, pratiche e strumenti.
Museum WeekIl Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia ha optato di mostrare come la musica  e il suo ruolo fondamentale nel mondo etrusco, raccontata su un frammento di bacile rituale con la rappresentazione di un sileno che suona il doppio flauto, ha ispirato una performance a Festa Etrusca in cui una danzatrice e un flautista, indossando abiti ispirati alle pitture delle tombe etrusche, hanno suonato e danzato davanti al Sarcofago degli Sposi.
A Pontecagnano la cura dei reperti archeologici degli Etruschi di frontiera e’ passata attraverso le attività di restauro fondamentali per preservare, promuovere ed educare al patrimonio culturale. Nei mesi scorsi numerosi reperti del Museo Archeologico di Pontecagnano si sono “rifatti il look” per dare il meglio di sé alla mostra “Per terra e per mare…” che sarà inaugurata a fine giugno.
Peggy Guggenheim Museum WeekAltri musei italiani si sono mobilitati: a Venezia il Guggenheim ha reso omaggio alla sua fondatrice. “Grazie alle sue scelte visionarie e innovative Peggy Guggenheim ha segnato la storia dell’arte del Novecento lasciando a Venezia e al mondo intero un patrimonio artistico di inestimabile valore che non smette mai di ispirarci”.

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate