Giovanni Colonna in visita allo scavo di Pyrgi

PYRGI, 20 SETTEMBRE – Il prof. Giovanni Colonna, decano degli studi di etruscologia in Italia, ha fatto visita allo scavo di Pyrgi diretto dalla sua allieva Laura Maria Michetti dell’Universita’ La Sapienza di Roma. “Impossibile descrivere l’emozione di accogliere e guidare nella sua Pyrgi il prof. Giovanni Colonna, maestro mio e di tante generazioni di etruscologi, e commovente il suo incontro con gli studenti di oggi che continuano a formarsi sui suoi fondamentali lavori!”, ha postato Michetti sulla pagina Facebook dello scavo.

ColonnaRomano, 89 anni, Colonna e’ Professore Emerito presso la Sapienza Università di Roma e già Professore Ordinario di Etruscologia e Antichità Italiche nell’Ateneo romano dal 1980. Insieme al suo maestro Massimo Pallottino e’ stato il primo a lavorare a Pyrgi e per decenni ha diretto i lavori di questo scavo, uno dei piu’ importanti di Sapienza Università di Roma.

Laureato a Roma nel 1957 con una tesi sulla piccola bronzistica votiva italica, Colonna e’ stato ispettore archeologo presso la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria meridionale dal 1964 al 1972, anno in cui ha ottenuto la cattedra di Etruscologia e Antichità Italiche presso l’Università di Bologna.

ColonnaHa condotto numerose campagne di scavo in Etruria  Con la moglie, Elena Di Paolo, ha scavato alcune necropoli rupestri del Viterbese e pubblicato due opere monografiche: Castel d’Asso (1970) e Norchia I (1978).  I suoi amplissimi interessi di ricerca hanno coperto l’intera penisola italiana, spaziando anche nei più ampi ambiti mediterraneo ed europeo, in relazione sia al mondo etrusco sia agli altri popoli dell’Italia preromana. Per l’ambito etrusco particolarmente rilevanti sono i suoi lavori riguardanti la città etrusca di Veio, con particolare riguardo all’area sacra del Santuario di Portonaccio, con il notissimo tempio di Apollo. Ha condotto anche prolungati scavi a Pyrgi ed è autore di numerosi articoli scientifici e libri, con oltre 500 titoli pubblicati. Per l’ambito italico spiccano le ricerche sulla piccola bronzistica votiva di ambito italico, confluite in parte nel volume “Bronzi votivi umbro-sabellici a figura umana”.

Gilda BartoloniIl prof. Colonna non e’ stato il solo studioso dell’antico porto di Caere a visitare nei giorni scorsi lo scavo di Prygi. Prima di lui aveva effettuato un tour dello scavo la prof. Gilda Bartoloni, anche lei un’allieva di Pallottino e già ordinaria di Etruscologia alla Sapienza Università di Roma. Con lei le colleghe ed amiche Alessandra Piergrossi dell’ISPC CNR Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale e Valeria Acconcia dell’Istituto Centrale per l’Archeologia. (@Etruscan Times)

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate