Summer school di Duke a Cortona sull’uso del hi-tech in archeologia

ROMA, 16 FEBBRAIO – E’ uscito il bando della nuova summer school che si svolgerà a Cortona tra giugno e luglio 2024. Proposta dalla Duke University della Carolina del Nord, insieme all’Istitute for Field Research (Ifr), il corso estivo si focalizzerà sulle tecnologie più avanzate per lo studio del paesaggio archeologico. L’iniziativa fa parte di un progetto di ricerca a lungo termine diretto da Maurizio Forte, professore di studi classici, storia e arte a Duke, oltre che protagonista del Vulci 3000 Project.

Maurizio Forte

La summer school è un’opportunità per tutti gli studenti e i ricercatori che desiderano confrontarsi direttamente con il paesaggio archeologico. L’attività di studio sarà concentrata sulle zone della Valdichiana e le aree di Siena, Cortona, Arezzo e Chianchiano, territori con la più alta densità di siti archeologici della Toscana e dell’Italia centrale. Il programma è concepito come un viaggio nel tempo attraverso l’uso di tecnologie d’avanguardia. Offrendo ai giovani la possibilità di immergersi nell’affascinante cultura etrusca con il diretto contatto dei materiali primari, si contribuirà in modo significativo alla loro comprensione dell’antica civiltà etrusco-romana.

Valdichiana

L’approccio pratico fornirà ai partecipanti anche una formazione completa sui principi fondamentali della metodologia di indagine archeologica sul campo. Impareranno inoltre, a condurre rilevamenti utilizzando immagini multispettrali da drone, tecnologie LiDAR (Light Detection and Ranging) e radar a penetrazione del terreno (GPR).

La summer school si pone come una iniziativa no profit, il ricavato sarà investito in ricerca e strumentazione. Sono previste anche borse di studio. Le candidature devono essere presentate entro il primo aprile. Per maggiori informazioni, visitare il sito ifrglobal.org.

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate