Al Museo Archeologico di Piombino i risultati degli ultimi scavi a Populonia

PIOMBINO, 10 NOVEMBRE – A novembre il Museo archeologico di Piombino propone due pomeriggi dedicati alla ricerca archeologica a Populonia, un’occasione per scoprire tutte le novità emerse nelle ultime campagne di scavo svolte al Parco archeologico di Baratti e Populonia.

Il primo appuntamento venerdì 17 novembre alle ore 17:15 e’ con “La domus e Le Logge di Populonia: nuovi dati dagli scavi dell’Università di Siena”. Relatori saranno Stefano Camporeale Professore Associato di Archeologia Classica UNISI, Rossella Pansini Assegnista di ricerca UNISI, Maria Teresa Sgromo Dottoranda UNIPI, Marco Fronteddu Laureando UNISI.

La campagna di scavi 2023 sull’acropoli, nella grande domus e alla base dell’edificio delle Logge, condotta dal Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni Culturali dell’Università di Siena e diretta da Camporeale, con la partecipazione della Faculty of Classics – University of Oxford, si è conclusa a luglio . Quanto emerso dallo scavo è straordinario: l’incendio che ha completamente distrutto la domus, facendo crollare il tetto e gli ambienti del primo piano e trascinando tutto ciò che era in quel momento nelle stanze dell’edificio, ha sigillato gli ambienti del piano terra. Un contesto rimasto inalterato nei secoli, che ha restituito soprattutto stoviglie per la cucina e per la mensa, oltre a una serie incredibile di oggetti della vita quotidiana.

Le indagini si sono inserite nella lunga collaborazione tra il Parco archeologico, gestito dalla Società Parchi Val di Cornia, la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Pisa e Livorno e l’Ateneo senese: una collaborazione che nel 2023, con lo scavo realizzato in concessione ministeriale, taglia il traguardo dei 25 anni di ricerca a Populonia, condivisa nel tempo con altre Università italiane e straniere.

Il secondo appuntamento è in calendario per venerdì 24 novembre, ore 17:15 con “Pitture in pietra. I mosaici delle terme dell’acropoli”. Relatrice sarà Cynthia Mascione, già responsabile del Laboratorio di Disegno e documentazione archeologica del Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni Culturali UNISI e impegnata nelle ricerche sull’acropoli fin dal progetto per l’apertura della seconda area del parco archeologico. Al centro dell’incontro, lo studio del pavimento della sala calda delle terme delle Logge, recuperato in decine di frammenti, durante le ricerche archeologiche in collaborazione con la SABAP.

“Le conferenze sono un momento di incontro importante e irrinunciabile tra la ricerca archeologica nel parco e il pubblico. Grazie alla collaborazione con la Soprintendenza e con il Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni Culturali dell’Università di Siena, le attività di divulgazione dei risultati delle indagini archeologiche procedono di pari passo con il loro svolgersi e questa estate gli appuntamenti ‘Gli archeologi raccontano’ al parco hanno visto una grande partecipazione, che spero di replicare al Museo, con nuovi e inediti dati che saranno presentati in anteprima”, ha detto Marta Coccoluto, Responsabile del Museo di Piombino e del Parco archeologico di Baratti e Populonia.

Le conferenze saranno ad ingresso gratuito. (@EtruscanTimes)

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate