Carabinieri restituiscono ceramiche etrusche al museo di Adria

ADRIA, 26 GENNAIO – Ceramiche etrusche e altre di produzione
apula, daunia, messapica sono state consegnate alla direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Adria (RO), Alberta Facchi, dal
Comandante del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Venezia, Maggiore Emanuele Meleleo.

Si tratta in tutto di 14 vasi riferibili a corredi funerari che coprono un arco temporale che va dal VII al IV sec. a.C. Tra questi un calice a cariatidi di bucchero forse usato in antichita’ come mezzo di illuminazione e un’anfora sempre di bucchero ad anse piatte di un tipo prodotto con continuità tra gli inizi del VII e la fine del VI secolo a.C. e decorata con un motivo inciso raffigurante dun felino, un cervo e un capro gradienti verso sinistra.

CarabinieriL’evento si è svolto alla presenza del Prefetto di Rovigo Clemente Di Nuzzo, del Sindaco di Adria Massimo Burbujani, del Direttore Regionale Musei del Veneto Daniele Ferrara, del Comandante Provinciale Carabinieri di Rovigo Col. Edoardo Campora, di funzionari del MiC e scolaresche del circondario.

Le indagini che hanno portato alla restituzione, dirette dalla Procura della Repubblica di Trieste, erano state avviate dal Nucleo dei Carabinieri TPC di Venezia nel settembre 2021, su segnalazione di uno studioso veneziano, quando i beni erano stati posti posti in vendita nel triestino da un esercizio commerciale di settore senza essere in possesso della dovuta documentazione. Erano state svolte perquisizioni locali e sequestri nelle province di Trieste e Bolzano.

Ad assistere nel corso delle indagini i militari del Nucleo dei Carabinieri TPC di Venezia sono stati funzionari archeologi della Soprintendenza ABAP per il Comune di Venezia e Laguna, che collabora strutturalmente con il Nucleo CC TPC di Venezia. Le loro analisi hanno accertato che i manufatti provenissero da contesti archeologici italiani. (@EtruscanTimes)

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate