Festa Etrusca: quattro date da Firenze a Populonia, da Roma a Paestum

ROMA, 22 GIUGNO – Da Firenze a Populonia, da Roma a Paestum. Torna, per la sua terza edizione, la “Festa Etrusca! La storia si racconta”, una manifestazione culturale itinerante dedicata all’archeologia e alla storia, in particolare agli strumenti per la loro divulgazione: dai libri alle rievocazioni storiche.

Le quattro date sono state rese note sabato 17 giugno nel corso di una conferenza stampa al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma. Il 29 e 30 luglio la Festa Etrusca e la Quadriga Infernale di Sarteano, scelta come simbolo della manifestazione, saranno al Centro Commerciale i Gigli di Firenze, per passare il 26 e 27 agosto al Parco Archeologico Baratti e Populonia, il 23 e 24 settembre di nuovo al Museo Nazionale di Villa Giulia a Roma, per chiudere il 4 e 5 novembre con la partecipazione alla XXIII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum.l

La manifestazione coinvolge quattro regioni (Toscana, Lazio, Campania e Umbria) ed è dedicata alla cultura, alla tecnologia e all’arte degli Etruschi, organizzata da EGA group (Entertainment Game Apps, Ltd.), società di ricerca e formazione scolastica, anche attraverso lo sviluppo di app e videogiochi. L’appuntamento, che vede il sostegno scientifico del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, prevede la collaborazione con la Fondazione Dià Cultura (Roma), l’Associazione culturale ChissàDove (Roma) ed il supporto della Regione Toscana, attraverso Toscana Promozione. I quattro appuntamenti estivi e autunnali della festa offriranno momenti didattici, presentazioni di libri, conferenze, musica, laboratori e visite guidate.

Idra di Sarteano Festa EtruscaSono intervenuti alla presentazione Chiara Lanari, referente regionale “Toscana Terra Etrusca”, il sindaco di Sarteano Francesco Landi e Maurizio Amoroso, CEO EGA Entertainment Game Apps Ltd. Ha introdotto e moderato Valentino Nizzo, direttore del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia.

La Festa di quest’anno è incentrata sulle interazioni tra gli Etruschi e i popoli Greci e Italici, fino ad arrivare alla sfida contro Roma. La manifestazione si svolgerà in modalità “living history”, permettendo ai visitatori di provare in prima persona i mestieri, le armi e la vita dell’antico popolo etrusco. I laboratori didattici saranno gratuiti e permetteranno ai bambini e alle bambine di sperimentare attività che vanno dalla decorazione alla scrittura, dalla realizzazione di piccoli manufatti alla scoperta di reperti archeologici, a partire proprio dalla Quadriga Infernale di Sarteano.

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate