Norchia: aperture straordinarie al cantiere di scavo della Tomba Lattanzi

NORCHIA, 18 LUGLIO – Usualmente non accessibile in quanto situata in una zona militare, l’area monumentale della Tomba Lattanzi di Norchia in provincia di Viterbo sara’ eccezionalmente aperta al pubblico ancora due volte in luglio, il 23 e il 29 del mese, dopo una prima visita messa in programma due giorni fa.

L’apertura straordinaria al cantiere di scavo e’ resa possibile grazie all’accordo di collaborazione con lo Stato Maggiore dell’Esercito, tramite il Reparto Supporti Logistici Poligono di Monte Romano, dipendente dal Comando Militare della Capitale, per lo svolgimento di un progetto di ricerca, conservazione, valorizzazione e fruizione del comprensorio archeologico, naturalistico e paesaggistico costituito dal settore occidentale della monumentale necropoli rupestre di Norchia.

La partecipazione è gratuita a numero limitato. Appuntamento alle 9.30 al parcheggio in località Cinelli a Norchia. La prenotazione obbligatoria va fatta a sabap-vt-em.eventi@cultura.gov.it.

La tomba Lattanzi si trova nella necropoli di Norchia, che si sviluppa su uno stretto pianoro alla confluenza dei fossi Pile ed Acqualta nel torrente Biedano, con unico accesso di comunicazione alla città costituito dalla Via Clodia. La città, sorta sul pianoro, occupa poco più di 10 ettari ed era difesa naturalmente dalle ripide pareti tufacee integrate in alcuni punti con blocchi di tufo a doppia cortina. La campagna di scavo, in corso dal 2022, si svolge sotto la direzione scientifica del prof. Vincent Jolivet (CNRS/École Normale Supérieure) e con la partecipazione di studenti, topografi e ricercatori universitari.

Le ricerche l’anno scorso si sono concentrate sul gruppo di tombe minori, di cui 4 sono state finora indagate. Depredate nel secolo scorso, le tombe 2 e 4, del tipo a camera e semidado e la 8, del tipo a spina di pesce, hanno restituito pochissimo materiale archeologico, mentre, nel caso della tomba 3, a semidado, i tombaroli non erano riusciti a portato a termine il loro saccheggio.

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate