Villa romana scoperta al Foro Italico: sotto resti del VI secolo a.C.

ROMA, 16 SETTEMBRE – Una villa romana di duemila anni fa e’ stata ritrovata in Viale dei Gladiatori a Roma dove il Comune sta lavorando per risolvere i problemi idraulici del quadrante del Foro Italico, ovvero il collettore Alto Farnesina costruito nel 1940 e danneggiato dai lavori per la copertura dello stadio Olimpico del 1990. Ma c’e’ di piu’. Sotto i resti della magione che dalle pendici di Monte Mario arrivava al fiume Tevere sono trovati reperti frammentari di un’epoca assai precedente: buccheri del VI secolo a.C, marmi colorati, vasi e di strumenti di uso quotidiano.

“Questo sito era già stato studiato e spoliato dei materiali più importanti in età antica. Abbiamo ritrovato soltanto frammenti. Ma è una grande occasione per noi questo scavo: continueremo ad andare più in profondità per scoprire cose del passato che ancora non conosciamo. Non è consuetudine ritrovare questi reperti fuori dal centro storico di Roma”, spiega al quotidiano La Repubblica Alessio De Cristofaro, archeologo della Soprintendenza capitolina.

La villa, una tenuta aristocratica, è stata abitata dall’età repubblicana fino a diversi secoli seguenti. Gli esperti ipotizzano che nel II secolo d.c siano stati eseguiti dei lavori di ristrutturazione, con la creazione di un portico sul fiume, con una frequentazione del posto fino al VI secolo. “Poi c’è un buco documentale fino alle tracce rinvenute di età rinascimentale, quando la struttura potrebbe essersi connessa con l’edificazione di Villa Madama”, ha detto ancora De Cristofaro. (@OnuItalia)

Ultime Notizie

Vulci nel Mondo

Il più grande database online di reperti dall' Etruria

Notizie correlate